ARTISTI

Ecco i giovani artisti che avranno la possibilità di circuitare, autopromuovendo il proprio lavoro, tra gli spazi della rete ThULab:

 

dalla video - art alla digital - art; dalle installazioni interattive alla grafica e alla pittura; dalla street art alle installazioni e lavori polimaterici. Dalla proposta di personali a collettive e workshop on-line per incrementare l'opera messa a disposizione da un artista.

Ce nè per tutti i gusti! 

 

N.B.: se sei un giovane artista, un artista affermato, un giovane curatore, un amante dell'arte e anche tu senti lo spirito ThULab, contattaci!!!

urbanlab.thefactory@gmail.com

 

Leggi la presentazione del "Progetto" e la pagina "Partecipa" e scarica gli allegati per la sezione di interesse.

 

Dorotea Pace

Video Art

"Un palazzo a sette piani, dove innumerevoli personaggi vi si sono barricati al punto da esserne fagocitati, diventa il marchingegno immaginoso per indagare attorno ai fatti umani dell’immobilità e del cambiamento, al significato del distaccarsi da se stessi. Ciascuno degli appartamenti dello stabile cela turbe così violente da essere diventate irreali e spazi esistenziali sospesi e inerti, anossici. Sembra che più nulla possa riaversi. Eppure, in cima al palazzo, una donna decide di separarsi dalla porta di casa. Dreamer è il racconto della sua catabasi (o anabasi?), piano dopo piano, ogni piano, un dramma - suo o di altri inquilini? corpo eroe o Caronte? - per uscire dal palazzo, andare altrove. Un archivio di dieci variazioni luminose, un percorso dello sguardo complesso e itinerante."

Dreamer - videoclip

 

 


Hermes Mangialardo

Installazioni interattive

 

Radici Touch off

"Una serie di installazioni multimediali ad alto contenuto innovativo, che mixano video-art, animazione multimediale e interattività. Ambienti immersivi e touch design, dove il tocco non riguarda il freddo schermo di un pc o tablet, ma oggetti concreti, che ci riportano alle nostre RADICI".


Luisa Valenzano

pittura

"Un laboratorio sperimentale d’introspezione del mondo infantile. Tramite la sperimentazione le opere appartengono a tutti coloro che ne vogliono fruire,

a diversi livelli. Il laboratorio è prova ed esame. L’artista non cerca così solo l’esame per catalogare il tipo di partecipazione ma la prova, il test che di per sè costituisce la via per interagire con il pubblico."

"Gare", acrilico su tela,          "Milk flower",

65x45cm, 2011                      acrilico su tela, 50x50cm,

                                            2013


Stefano Cosi

pittura, grafica

 

                                            


Francesco Romanelli

pittura

Ricerca verbo - visiva sul rapporto tra parola e immagine

"L'idea progettuale nasce da un percorso personale volto alla ricerca verbo-visiva e ai suoi elementi peculiari, quali il "segno". Una ricerca sulla "parola oltre la parola". Il linguaggio si fa promotore del segno, ponendo l'accento sulla semanticità del medesimo." 


Giulia Gazza

pittura

Il suo lavoro artistico nasce dallo studio del pensiero filosofico di Levisan. Il rapporto interscambiabile tra l'io e l'altro diventa oggetto di riflessione artistica, incentrando così la sua ricerca personale. È proprio il fatto che nessun punto prevalga sull'altro, e che tutti i punti siano disposti equidistanti e muniti della stessa valenza percettiva sul piano, ad essere lo specchio della filosofia di Levinas nella quale l'artista stessa si rispecchia trovando il senso del proprio fare artistico.


Roberto Eduardo Maria Mazzarago

installazione

Nell'opera "Tarli" gli oggetti, sono letteralmente invasi e ridotti ad una condizione di estremo deterioramento. Non si tratta di una semplice narrazione di accadimenti come fossimo dinanzi ad un documentario televisivo o ad un diorama in un museo di storia naturale, bensì di una forzatura artistica che vuole porre l'accento sul teme del consumo improprio dell'habitat in cui si vive, sia esso il microcosmo rappresentato dalle mura della propria casa o il macrocosmo del pianeta Terra.

 

"Tarli", installazione, 2014

 

 

L'opera nasconde domande che sono la chiave per la comprensione della stessa; una su tutte è "cosa succede quando la colonia di tarli avrà divorato tutta la sedia, tutto il suo habitat?" Il paradosso sta nel fatto che il tarlo per non morire di fame è costretto a consumare le sue risorse fino alla scomparsa di esse e, di conseguenza, di se stesso."


Ever Trip

pittura

"Il progetto Senso Interno è una serie pittorica (pennarelli e acrilici su pvc) che si basa su una ricerca relativa al ruolo che ha avuto il Silenzio nei culti iniziatici dell’antichità. Ad ognuno dei cinque quadri è abbinata una scultura rotta dipinta di bianco, come estensione del significato.

 

 

Santateresa                          Materiale collaterale1


Paolo Potì

pittura

"Sono centrali i volti di vari artisti del secolo scorso le cui ricerche sono care all'autore dei ritratti. Egli tenta di indagare i visi, fino alla catalogazione, come in una serie di foto d'epoca, di momenti rubati a vecchie interviste. Un ritratto di donna e un nudo appeso ripetono, accanto ai ritratti di Bacon, Burri e altri, la medesima ossessiva comparsa del corpo come ciò che è supinamente a disposizione dello sfregio del tempo."

"Corpo" olio, strappi                  "Francis Bacon", olio,

di lenzuolo e tufo su tela,            strappi di lenzuolo,

100,8x53,7cm, 2013                   e tufo su tela

                                                60x50cm, 2013

 


Massimo Spada

pittura

 

XV, 2004, olio su tela,          XVI, 2004, olio su tela

180 x 130 cm.                     190 X 120


Sara LaGioia

pittura

"L'Arte realizza il sogno, quello di mescolarsi con la Scienza e insiem attraverso il gioco educare il cittadino, emozionando". 

Armonia tra polarità            Corpus Callosum

olio su cotone-2013             olio su cotone - 2013


Daniela Lupoli

materiali di riciclo e scarti di mare

Nel viaggio di sale

"Produrre con gli occhi prima ancora che co le mani, l'invenzione di un modo silenzioso di restituire presenza ad oggetti, frammenti di storia che il mare ha generato o ha solo provvisoriamente ospitato e riportato sulla spiaggia. E' un arte che recupera l'oggetto ritrovato e trasformato dal mare e dal sale. 

 

L'artista interviene, raccolgie, recuera, osserva ed ascolta, guidata da quel racconto. Vita e Materia si incontrano fuori da ogni tempo nel viaggio dell'incessante andare e tornare, del flusso e del riflusso, realtà nuda che spogliata dei relitti delle passate esistenze, si mostra nella trasparente verità dell'arte                      

                                        


Fidelia Clemente

digital Art

"Con la tecnica dell'astrattismo realizza ombre vivide di colori, luminosi e vibranti. Il colore crea forme, si muove, esprime le difficoltà di un corpo che vuole, muoversi, di un anima che vuole, vivere. La fusione dei colori ispira il senso di libertà della mano che li ha creati, suscitando pensieri ed immagini sempre diverse nello spettatore. 

"Donna Inquieta"               "Sogno"

Digital Art                          Digital Art


Michelle Consalvo

pittura

"Dalla passione per il riciclo, nascono le tele realizzate con nastro, dove le immagini prendono forma dalla pellicola di una vecchia musicassetta. E le vecchie "sedie decorate" che perdono la loro funzionalità, si trasformano semplicemente in oggetto decocativo."

"Riflessi", nastro                 "Nudo Lumix", nastro

cassetta su tela                    cassetta su tela


Amatore Ditullio

scultura

 

 

Satiro

 


Massimo Pasca

pittura, illustrazione

"Come i bozzetti e gli schizzi tanto cari ai collezionisti del genere per la loro incompiuta bellezza, che incuriosisce e invita l’occhio umano a essere conclusa, per l’esatto opposto i disegni, le illustrazioni e i dipinti di Massimo Pasca affascinano e rapiscono lo sguardo di chi li ammira. Dovizia di particolari caratterizzano divertenti personaggi, a volte ironici e irriverenti, che si affollano a far festa sulla superficie dell’opera – rigorosamente neutra. Si incastrano, insinuandosi l’un con l’altro, arrivando ad essere l’uno origine dell’altro in un ciclo continuo e senza fine, come un flusso di coscienza 

Dante suicide, acrilico e         Sara perchè ti amo

pennarello su tela             acrilico e pennarello su tela

2013-100x100cm                   2012 - 170x150cm

 

 

 

 

 

per immagini senza la punteggiatura, che cattura la nostra attenzione sin dall’inizio e non la lascia andare fino alla conclusione del racconto. "

Alessandra Ioalé


Vincenzo Maraglino

pittura

"L'esperienza artistica coinvolge in modo totale - sensoriale, emotivo e cognitivo tanto i suoi produttori che i suoi fruitori; la produzione artistica si è aperta alle problematiche urbane. a rappresentare le nuove prospettive identitarie, i difficili rapporti tra le alterità, l'indeterminatezza dei confini, nazionali ma anche sessuali e sociali, le illusioni della decolonizzazione, lo svanire della memoria identitaria, le angosce delle periferie e i meticciati culturali."

"Taranto allo sbando"               "The Indifference of

acrilico su tela,                         the difference,

60x90cm, 2013                        polimaterico su tela,

                                              100x100cm, 2013


Joe Pansa

pittura, grafica

L'artista mantiene la sua istintiva affinità con tutto ciò che riguarda la ricerca delle forme e del colore nella loro essenza. La sua arte diventa una ricerca simbolica e metaforica della realtà. Un miscuglio d’esperienze e di vissuto interiore si incontrano in ogni sua opera in un’armonia di colori, linee, forme e concetti che ricalcano il reale senso dell’arte contemporanea oggi.

Some days I look                       Landscape


Tiziana Blanco

pittura

"La necessità di esprimere, attraverso il disegno e principalmente il colore, messaggi che trasmettono voglia di cambiamento e che siano di stimolo al confronto."

Tiziana Blanco (illustratrice) propone con Gianleonardo Conoci (street artist) l'esecuzione di un murales dal titolo "Color Wix".

 

"Appunti di viaggio:             "Amsterdam blu"

Firenze romantica"               acrilico su tela

acrilico su tela,                     80x80cm, 2013

150x50cm, 2013                

                                        


Lametà

street Art

"La necessità di esprimere, attraverso il disegno e principalmente il colore, messaggi che trasmettono voglia di cambiamento e che siano di stimolo al confronto."

Lametà (street artist) propone l'esecuzione di un murales "site specific".

"Naturama", disegno preparatorio, 2014        


Federico Cozzucoli

video art, digital art, installazioni

"L'operazione artistica prende avvio dalle immagini elaborate da Cozzucoli negli anni successivi all'11 settembre e composte virtualmente in forma di vetrata gotica, immagini che chiamano a riflettere sugli equilibri fragili del nostro pianeta, talvolta drammaticamente precari, come ancora in questi giorni di tensione. Nell'universale cappella laica del world wide web, tutte le riflessioni possono essere accolte: immagini nuove, contributo di altre intelligenze e talenti, determineranno modificazioni, alterazioni, contaminazioni. Adottando il metodo razionale, Cozzucoli intende recuperare la dimensione sociale dell'arte e al contempo affrontare alcuni nodi cruciali dell'estetica contemporanea, relativi all'autorialità e alla fruizione." Dal testo critico di Simona Campus, che accompagna la mostra.

 

Per partecipare al workshop on-line Sainte Chapelle II ed. mostra/opera collettiva, clicca qui

 

 

 

 "Sainte Chapelle"                         

vetrata gotica digitalizzata frutto del workshop on-line "Gesto Segno Disegno" per incrementare con contributi esterni l'opera messa a disposizione dall'artista.

Workshop on-line dal 1 giugno all'11 settembre 2014.

Il 12 settembre presso il ThefactoryUrbanLab di Palagiano e in contemporanea in altri spazi della rete ThULab, esposizione della mostra/opera collettiva frutto del workshop con proiezione del video "Pandora" sonorizzata da Remigio Furlanut.


mostra internazionale d’arte contemporanea

 

“What you see is what you get”

pittura, foto, video

"Il progetto nasce con l'intento di creare una rete internazionale di scambio e condivisione artistica. Il tema della condivisione è strettamente intrecciato ai temi delle problematiche economiche e sociali. La crisi economica,ma soprattutto quella  dell’intelligenza ha favorito il dibattito sui temi della condivisione e del solidarismo, intesi come possibili vie per risolvere molti dei problemi del mondo moderno e liberare la buona volontà degli uomini. Sostituendosi alla competizione, all’avidità e all’egoismo, la condivisione e la cooperazione vengono inoltre considerate le vie d’accesso più importanti alla felicità dei singoli e dei gruppi, essendo in grado di favorire un clima più sereno, grazie al quale può essere apprezzata meglio la bellezza delle relazioni e il rispetto per il proprio territorio.

Quando si vive una crisi, nessun ritorno indietro è possibile. Bisogna inventare qualcosa di nuovo e avere il coraggio di voltare pagina. E’ su queste basi che è nata l’Associazione Artistica Internazionale God direct-line ed ha preso vita il progetto internazionale What you see is what you get

 

Artists

Vincenzo Maraglino (Italy)

Lech Kolasiński (Poland)

Angela Loiodice (Italy)

Zala Bozic (Slovenia)

Domenica Nasa (Italy)

Zeroisnan (Ireland)

Joe Pansa (Italy)

Roy Del Vecchio (Holland)

Noemi Acquatico (Italy)

Erika Kapin (U.S.A.)

Domingo Bombini (Italy)

Elìf Tatù (Turckey)

Perness Norbert (Bulgaria)

Kunster (Italy)

María del Rosario Montero Prieto (Chile)

Paolo Cilfone (Italy)

Arnoz Bozic (Solvenia)

Sabino Rutigliano (Italy)

Dufaut Amélie (France)          Evan Piccirillo (Italy)